‘NON SONO UN ASSASSINO’, il best-seller di Francesco Caringella, ora anche film (di Andrea Zaccariello)

Per fine mese e precisamente il 30 aprile 2019 è prevista l’uscita in tutte le sale della trasposizione cinematografica dell’omonimo best-seller di Francesco Caringella Non sono un assassino.

Si tratta di un film diretto da Andrea Zaccariello; nel cast: Riccardo Scamarcio e Alessio Boni e Claudia Gerini.

Ecco la locandina:

Nelle sale dal 30 aprile 20149,
distribuito da 01 Distribution.

LA TRAMA di NON SONO UN ASSASSINO

Non sono un assassino è la storia del vice-questore Francesco Prencipe, interpretato appunto da Riccardo Scamarcio – in questi giorni, peraltro, già nelle sale con un altro film tratto da un romanzo, Lo Spietato, diretto da Renato De Maria. Il protagonista parte di casa, in un giorno come tanti, per raggiungere il suo migliore amico, il giudice Giovanni Mastropaolo (impersonato da Alessio Boni), che non vede da quasi due anni. Due ore di macchina per un colloquio di poche parole; ma quella stessa mattina accadrà qualcosa di imprevisto: viene ritrovato il cadavere proprio del magistrato, freddato da un colpo di pistola alla testa.
Francesco Prencipe è l’ultimo ad averlo visto. E per questo è anche il sospettato, il solo sospettato. Da qui l’accusa del PM (Claudia Gerini) che lo interroga, conoscendone peraltro la storia e il passato. A difenderlo, invece, l’avvocato e amico di una vita (interpretato da Edoardo Pesce). Nei momenti che precedono il processo emergono sullo schermo flashback sconnessi: ricordi e immagini attraverso i quali il protagonista Francesco – il nome, guarda caso, è lo stesso dell’Autore, Francesco Caringella appunto – prova a dare senso all’enigma dell’omicidio, nel disperato tentativo di arrivare al vero assassino. E, così, alla verità.

L’AUTORE


Francesco Caringella, autore dei romanzi
“Non sono un assassino” e
“Oltre ogni ragionevole dubbio”

L’autore del romanzo Non sono un assassino da cui è tratto il film è Francesco Caringella: già commissario di polizia e magistrato penale a Milano durante «Mani pulite», è presidente di Sezione del Consiglio di Stato. Presiede inoltre la Commissione di garanzia presso l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ed è giudice del Collegio di garanzia dello sport presso il Coni – N.d.A., ed è stato anche, a dirla tutta, mio maestro. È un autore prolifico ed eclettico. Non solo ha scritto molte opere giuridiche (da decenni è impegnato nella formazione di futuri magistrati e avvocati, vedi ildirittopericoncorsi.it), ma ha pubblicato, sinora, anche tre libri di narrativa: Il colore del vetro (2012), Non sono un assassino (2014; Premio Roma per la narrativa), Dieci minuti per uccidere (2015). Di pochi giorni fa è invece la notizia – lo ha comunicato Caringella stesso sulla suo profilo Facebook – che il 4 giugno uscirà il suo prossimo romanzo Oltre ogni ragionevole dubbio, che è:

“la storia di un giudice donna con un matrimonio difficile alle spalle; la storia di un omicidio senza cadavere; di due amanti misteriosi; di un marito che scompare nel nulla; la storia di otto giurati che si annusano e si studiano; la storia misteriosa del verdetto e della solitudine che lo precede”. Sarà edito da Il Giallo Mondadori. Cosa aggiungere, dunque? Non resta che attendere la pubblicazione, prevista – come detto – a breve, del prossimo romanzo Oltre ogni ragionevole dubbio e – prima ancora – l’uscita al cinema del film Non sono un assassino.

Cit., F. Caringella

Ecco di seguito la copertina del nuovo romanzo di Caringella, che sarà edito da Mondadori:

Oltre ogni ragionevole dubbio , che sarà pubblicato il prossimo 4 giugno 2019

[Vedi fonte notizia film]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “‘NON SONO UN ASSASSINO’, il best-seller di Francesco Caringella, ora anche film (di Andrea Zaccariello)”